Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 19/07/2024, 4:36



Rispondi all’argomento  [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
 Indian Crooked knife 
Autore Messaggio
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
in effetti me li ha dati un muratore :lol: :lol: ;)


24/11/2013, 9:18
Profilo YIM WWW

Iscritto il: 26/02/2011, 11:43
Messaggi: 2674
Immagine
coltello inglese per la cura degli zoccoli.

secondo me quello che dice Manx è concepito proprio per fini falegnameristici, e ti permette di fare lavorazioni che col tirapetto non si potrebbero fare.
tra i filmati di Poletti mi sa che si vede qualcosa del genere per rifinire attorno ai nodi gli archi in tasso.


24/11/2013, 13:23
Profilo
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
@bac...ho postato anche foto di reperti autentici, certo postcolombiani ma pur sempre di fattura dei nativi che costruivano canoe usando corteccia di betulla
Ce ne sono di magnifici e come sai un artigiano non perde tempo ad abbellire, ricamare, intarsiare un utensile se non lo ritiene importante....guarda che meraviglie:
https://www.google.co.kr/search?q=nativ ... l&tbm=isch
il crooked knife o coltello storto o coltello indiano (forse in italiano lo battezzerei così) è un utensile per lavorare il legno originario delle popolazioni autoctone dei grandi laghi al confine tra l'odierno Nord Est USA e Canada, fors'anche parte dell'Alaska.
Con accetta (se la doga è molto da sgrossare) -crooked knifee ed eventualmente ma non indispensabile rasiera (di vetro-selce-acciaio...) un arco salta fuori al pari di una costolatura o fasciame di una canoa o di una pagaia.
La particolarità del crooked knife è il controllo che ottini con il pollice che riesce a far forza ad almeno 15cm dall'inizio della lama, allungando la leva, e la possibilità di usare l'altra mano per tenere la doga,
in più con la rotazione del polso controlli l'affondo o l'uscita del taglio sul ricciolo di legno (spero di riuscire a spiegarm :roll: i)
non è detto che per forza la lama debba essere concava, ma in base al lavoro da quando sto facendo ricerche su questo attrezzo ne ho viste anche di semi piatte o quasi convesse.
E' l'ideale se non hai una morsa o panca che riesca a contrastare la forza che imprimiamo con i nostri tirapetto a due mani sulla doga, se sei con le chiappe sulla nuda terra magari in mezzo al bosco e non hai un laboratorio download/file.php?id=5861&t=1 download/file.php?id=5868&t=1

Ot: scusa @raff : sei destro o sinistro?


24/11/2013, 14:25
Profilo YIM WWW
Avatar utente

Iscritto il: 17/03/2011, 0:24
Messaggi: 2037
Località: tra l'oglio ed il chiese
Ciao Manx,
Il coltello che citi, secondo me, è una "acculturazione" forzata dovuta al fatto che i nativi americani non hanno attraversato la fase dei metalli come è stato per gli europei.
Vedo di spiegarmi meglio: un coltello simile era già stato, da loro, sviluppato con lama litica: http://www.gutenberg.org/files/43568/43 ... rrow2.html ma l'avvento della dominazione europea ha fatto sì che i nativi americani abbiano scavalcato le varie fasi, rame-bronzo-ferro, come avvenuto nel vecchio continente che ha portato all'evoluzione dell'ascia ed altri attrezzi; a questo aggiungici la realtà delle loro abitazioni che, anche nel caso che si trattasse di abitazioni in legno, non avevano bisogno di legni squadrati e di conseguenza l'ascia non ha attecchito subitaneamente come attrezzo da lavoro, ma solo come arma da guerra o di rappresentanza, in forma di accetta.
Per i piccoli lavori, canoe, port'enfant, archi, lance, telai per le pelli o essiccazione della carne, bastava un semplice coltello, a lama corta, ricavato con pezzi di metallo avuti con scambi in natura o semplici pietre scheggiate per tagliare e/o abrasive per spianare.
Ricordi come estirpavano le doghe dal ginepro americano, qui? viewtopic.php?f=30&t=1155 solo con pietre
-mANx- ha scritto:
Ot: scusa @raff : sei destro o sinistro?

Destro.
Ciao da Raff


27/11/2013, 1:24
Profilo
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
sono andato avanti con la costruzione,
con i materiali che ho postato prima ho tre coltelli indiani quasi pronti: i manici sono grezzi ma pronti, le lame lo stesso ma vanno tempreate e rinvenute, ho recuperato anche pelle cruda, mi manca la pece ma non è un problema,
questo è quello sinistro per me:
Immagine

Immagine
posterò le foto della tempra appena trovo tempo di accendere la forgia
saluti ;)


05/01/2014, 14:25
Profilo YIM WWW
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
ne sto realizzando 3 in bosso e sanguinello:
uno sinistro con curvatura punta pronunciata, uno destro dritto e uno destro arcuato per sezioni a "D",
il ferro è tenero, devo temprarli e farli rinvenire, poi rifinirò i manici e benderò con pelle cruda:
Immagine

Immagine

Immagine


08/02/2014, 8:11
Profilo YIM WWW
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
Accesa la forgia e temprato
Immagine
Li faccio rinvenire in forno e poi li assembla e affini


12/10/2014, 16:14
Profilo YIM WWW

Iscritto il: 18/09/2014, 21:48
Messaggi: 105
Bell'attrezzo
scusa Manx potresti postare delle foto dei tre coltelli finiti per favore?
Grazie


05/03/2015, 18:14
Profilo
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 08/07/2010, 20:21
Messaggi: 4559
Località: Insubria
fedearco ha scritto:
Bell'attrezzo
scusa Manx potresti postare delle foto dei tre coltelli finiti per favore?
Grazie

Scusa il ritardo ma non avevo foto pronte, di coltelli ne ho finirlo solo uno sinistro, n anca il fodero:

Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Allora...il manico è in legno di bosso, le incisioni realizzate con solo un opinel n°8 carbon, riprendono quelle di puntali, bischeri e ventri di archi Algonkian in hickory del 1700, la lama curva è incastrata nel n anico e fissata con pelle cruda di bisonte coperta di cera vergine d'api data a tampone poi tirata a straccetto.
L'acciaio anche se temprato, rinvenuto e affilato a rasoio non è un granché, ma volevo proprio una cosa così pensando agli indiani del Nord Est che reciclano i rifiuti in ferro dei nuovi arrivati sulle loro terre creando attrezzi da lavoro con questi materiali per loro nuovi.
Le due strisce di pelle scamosciata sono provvisorie e provengono da una borsetta.


14/03/2015, 0:48
Profilo YIM WWW

Iscritto il: 18/09/2014, 21:48
Messaggi: 105
Molto belli grazie delle foto... Purtroppo sono ignorante quasi totale per quanto riguarda forgiatura e robe simili, ma a parte questo non avrei neanche gli strumenti per un lavoro così che immagino, tra l'altro, prenda molto tempo.
Magari in futuro la cosa potrebbe realizzarsi :D


14/03/2015, 14:22
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010